C’è la possibilità di presentare proposte progettuali per accedere alle risorse 2022 del Fondo Italiano per le scienze applicate (FISA). 

Il provvedimento

Il FISA è stato istituito con la legge di bilancio 2022, al fine di promuovere la competitività del sistema produttivo nazionale attraverso la valorizzazione della ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale, con uno stanziamento di 50 milioni di euro per il 2022, di 150 milioni di euro per il 2023, di 200 milioni di euro per il 2024 e di 250 milioni a decorrere dal 2025. Il FISA si affianca al Fondo Italiano per la Scienza dedicato, invece, alla ricerca fondamentale.

Il provvedimento intende valorizzare le più rilevanti idee innovative proposte da singoli ricercatori (Principal Investigatorappartenenti al settore pubblico o privato della ricerca nazionale, mettendole in condizione di sviluppare innovativi progetti presso l’istituzione di appartenenza o presso una diversa istituzione ospitante, di natura giuridica pubblico o privata, avente sede operativa nel territorio dello Stato italiano, altamente qualificata nel settore della ricerca scientifica e tecnologica, presso cui il Principal Investigator dichiara di svolgere le attività progettuali.

Le proposte devono chiaramente evidenziare le ricadute e gli impatti dei risultati perseguiti, in termini di nuovi prodotti o servizi in grado di contribuire alla risoluzione di importanti problematiche sociali e di introdurre, nel contesto socio-economico e/o industriale di riferimento, significative e competitive innovazioni di prodotto e/o di processo servizio. 

I progetti presentati da ricercatori operanti all’interno di un’impresa vanno presentati in modo congiunto con l’impresa stessa. Il ricercatore mantiene nel progetto un ruolo centrale ma l’impresa, che copre i costi, riceve un finanziamento per i costi sostenuti all’interno dei massimali previsti dalla normativa sugli aiuti di Stato. Nel decreto allegato trovate il dettaglio dei costi ammissibili.

I progetti devono durare da 2 a 5 anni e prevedere un costo tra 1 e 5 milionidi euro. Possono inoltre anche prevedere una collaborazione con un centro di ricerca / università pubblica.

Le proposte progettuali debbono essere presentate, esclusivamente, tramite i servizi dello sportello telematico https://fisa-submission.mur.gov.it entro e non oltre le ore 12:00 del 13 dicembre 2022.

Un incontro per approfondire

Vi segnaliamo inoltre che, al riguardo, sarà previsto un incontro con il MUR un incontro, da remoto, di presentazione dell’Avviso per meglio chiarire i requisiti delle proposte, i criteri di valutazione e le risorse dedicate

La riunione è pianificata per martedì 22 novembre dalle ore 10 alle 12 ed è rivolta alle Associazioni del Sistema e alle imprese associate. Vi preghiamo pertanto di dare massima diffusone dell’iniziativa. 

Per partecipare è necessario compilare il form di iscrizione a questo link.

Start typing and press Enter to search

La directory delle organizzazioni è in costruzione

Puoi consultarla dalla versione vecchia del sito bioPmed

Vai alla pagina

×
La directory dei ricercatori è in costruzione

Puoi consultarla dalla versione vecchia del sito bioPmed

Vai alla pagina

×
La directory delle università e centri di ricerca è in costruzione

Puoi consultarla dalla versione vecchia del sito bioPmed

Vai alla pagina

×
La nuova area riservata è in costruzione

Puoi accedere all’area riservata facendo login sul vecchio sito bioPmed

Vai al vecchio sito bioPmed

×