POR FESR 14/20 Azione I.1b.1.2

Progetti collaborativi di ricerca e innovazione realizzati dalle imprese mai associate ai Poli di Innovazione Linea B – Agenda Strategica di Ricerca 2016

In questa pagina si propone una guida semplificata per tutti coloro che sono interessati a partecipare al nuovo bando POR FESR 2014/2020 Poli di Innovazione Linea B. La guida vuole essere uno strumento di orientamento per una più agevole consultazione del testo più dettagliato pubblicato sul sito di Finpiemente. Invitiamo pertanto tutti coloro che intendono proporre dei progetti a leggere attentamente anche il bando in tutti i suoi aspetti tecnici e procedurali.
Vai al bando »

Finalità, Risorse e tempistiche

Agevolare la realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo, anche in modalità cooperativa, tra le imprese che non siano mai state associate ai Poli di Innovazione piemontesi, ma che si impegnino a farlo in caso di ammissione a finanziamento. I poli di innovazione piemontesi a cui si fa riferimento sono tutti quelli finanziati dalla Regione Piemonte nell’ambito del POR FESR 2007/2013 e 2014/2020.

  • Le risorse disponibili sono: 15 M€.
  • Il progetto dovrà avere durata max: 24 mesi.
  • Per le imprese Piemontesi: massimo 2 progetti su ciascuna Area tematica

Caratteristiche

I progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, dovranno avere le seguenti caratteristiche:

  • TRL (Technology Readiness Level) iniziale almeno di 4 e finale almeno di 7.
  • Livello di innovatività dato da:
    • contratti di ricerca con Organismi di Ricerca ≥ 20%, oppure
    • PMI Innovativa tra i partner di progetto;
  • Investimento di progetto minimo di € 300.000, elevato a € 600.000 se ci sono GI;
  • Solo le PMI possono presentare progetti come singoli beneficiari altrimenti. Negli altri casi è necessaro formalizzare una partnership di progetto.

Per i progetti presentati in raggruppamento, devono essere rispettati i seguenti vincoli di partecipazione:

  • PMI e GI Piemontesi e Valdostane (coerenza con codici ATECO previsti dal bando): singolarmente almeno 15% dei costi di progetto;
  • GI (sia piemontesi che valdostane): cumulativamente massimo 60% dei costi di progetto;
  • End Users: massimo 10% dei costi di progetto – solo spese di personale – coerenza S3 – Smart Specialization Strategy
  • Soggetti Gestori: ognuno massimo 10% progetti sottoposti a valutazione sull’intero Bando;
  • Imprese UE: cumulativamente massimo 15% costi di progetto e solo se vi è ruolo strategico e valore aggiunto per il progetto.

N.B. Per ogni progetto dovrà essere individuato un soggetto Capofila (Solo una PMI o GI piemontese – non sostituibile).

Costi ammissibili

  • Spese di personale (spese di management solo per il soggetto Capofila)
  • Spese per apporti in natura ( prestazioni rese da soci, titolari e amministratori, sono considerate spese ammissibili a condizione che il sostegno pubblico all’operazione non superi la spesa totale ammissibile, al netto del valore del contributo in natura, al termine dell’operazione)
  • Spese per strumenti e attrezzature
  • Spese di viaggio
  • Spese generali (Pari al 15% spese di personale per singolo beneficiario)
  • Spese per materiali, forniture e prodotti analoghi
  • Spese per servizi di consulenza (insieme alle spese per servizi di ricerca contrattuale devono essere Max 40% costi per ciascun beneficiario)
  • Spese per servizi di ricerca contrattuale (insieme alle spese per servizi di consulenza devono essere Max 40% costi per ciascun beneficiario e la spesa per servizi di ricerca contrattuale deve essere almeno il 20 %, calcolandolo cumulativamente tra i partners, dei costi totali di progetto.

Requisiti speciali beneficiari

  • Non devono essere imprese in difficoltà
  • Assenza procedure concorsuali
  • Non devono essere aziende agricole
  • Non devono essere società fiduciarie (tranne con evidenza intestatari)
  • La sede dell’intervento deve essere attiva e produttiva prima dell’ erogazione del contributo (Le imprese piemontesi sono obbligate ad avere la sede in Piemonte
  • Ammissibilità ATECO primario
  • Iscrizione al Registro imprese CCIAA e possesso 2 bilanci chiusi e approvati
  • Regolarità contributiva, nonché in materia di antiriciclaggio e (eventuale) antimafia
  • Assenza di revoche o mancate restituzioni di precedenti aiuti
  • Aggregazione ad un polo (Mai effettuata e da effettuarsi obbligatoriamente in caso di ammissione a finanziamento
  • Affidabilità economica e finanziaria (Verifica della Scorecard, del fatturato e patrimonio netto – Ai fini del rispetto del requisito sull’affidabilità economica e finanziaria, il beneficiario deve superare positivamente entrambi i controlli della Scorecard e del fatturato, o del patrimonio netto)
  • Tutte le dimensioni preese in considerazione nella scorecard saranno valutate con un punteggio da 0 a 4. La scorecard ottiene esito positivo con un punteggio minimo di 9/17 – Punteggio massimo: 17 punti. Le dimensioni sono:
  1. Redditività dei ricavi: EBITDA/Ricavi
  2. Copertura degli interessi: ONERI FINANZIARI NETTI/RICAVI
  3. Sostenibilità del debito: DEBITI FINANZIARI NETTI*/ EBITDA
  4. Leverage: DEBITI FINANZIARI NETTI/ PATRIMONIO NETTO (I debiti finanziari netti (PFN) sono calcolati tenendo conto della seguente formula PFN = (Debiti V/banche + debiti tributari scaduti + debiti v/fornitori scaduti) – disponibilità liquide)
  5. Composizione del patrimonio: PATRIMONIO NETTO / TOTALE PASSIVO

Ciascuno dei parametri riportati viene calcolato rispetto ai dati di bilancio degli ultimi 2 anni. Per ciascun parametro si effettua la media dei due risultati ottenuti. Ad ogni parametro si attribuisce il punteggio corrispondente al range cui appartiene il valore medio ottenuto. Il Punteggio massimo ottenibile sui parametri in tabella e di 15 punti, ai quali si aggiungono i punti (eventuali) per:

  • DSO (Tempo medio di incasso dei crediti) < 120 giorni = 1 punto;
  • DPO (Tempo medio di pagamento dei fornitori) < 100 giorni = 1 punto.

Natura ed entità dell’agevolazione

Il contributo alla spesa potenzialmente concedibile, è calcolato sulla base della tabella seguente:

Tipo impresa Base aiuto Maggiorazione per dimensione di impresa Premialità per progetti in collaborazione Ulteriore premialità Intensità massima
PI 20% 20% 15% 10% 60%
MI 20% 10% 15% 10% 50%
GI 20% 15% 10% 40%

* La premialità può dipendere dal possesso del rating di legalità, oppure dalla presenza di un contratto in favore degli ODR, di ammontare almeno pari al 30% dei costi totali del progetto. In ogni caso, le due ipotesi non sono cumulabili.
La collaborazione deve essere effettiva per cui nessun partner sostiene da solo più del 60% dei costi del progetto.

Regole di cumulo

L’agevolazione può essere cumulata con qualsiasi altra agevolazione di altro fondo strutturale o strumento dell’Unione, purché si riferisca a costi diversi

l’agevolazione può essere cumulata con qualsiasi altra agevolazione pubblica di natura fiscale, con detrazioni statali e con l’accesso al fondo centrale di garanzia, anche sugli stessi costi

COME PRESENTARE LA DOMANDA

guarda la timeline di bioPmed

Le proposte progettuali dovranno essere presentate al Polo bioPmed (balma@biopmed.eu) entro il 28 Febbraio 2017. Dopo la valutazione dovranno essere presentate via internet accedendo alla compilazione telematica tramite il seguente link: http://www.sistemapiemonte.it/cms/privati/attivita-economico-produttive/servizi/861-bandi-2014-2020-finanziamenti-domande/3301.

Infine, il Capofila di ogni progetto raccoglie la domanda firmata digitalmente dal legale rappresentante di ciascun a impresa partner, unitamente agli allegati obbligatori e trasmette tutta la documentazione a Finpiemonte S.p.A tramite PEC all’indirizzo: finanziamenti.finpiemonte@legalmail.it. Le domande sono soggette a imposta di bollo (unica marca da bollo € 16)

Per poter accedere al sistema di “FINanziamenti DOMande” la persona che compila la domanda deve essere in possesso di un certificato digitale per l’autenticazione al sistema.

scarica il bando linea b

scarica il format progetti descrittivo della proposta linea b

scarica il format del budget piano_economico finanziario linea b

scarica la dichiarazione di impegno a costituire un ats linea b

scarica la dichiarazione di impegno ad associarsi al polo linea b

scarica la scorecard linea b

la formula per verificare la sostenibilità linea b – prossimamente

guarda il fac-simile di domanda

guarda le FAQ sulla linea B pubblicate da Finpiemonte

 

 

Il Capofila di ogni progetto dovrà raccogliere le domande firmate digitalmente dal legale rappresentante di ciascun partner, unitamente agli allegati obbligatori e trasmette tutta la documentazione a Finpiemonte S.p.A, all’indirizzo PEC finanziamenti.finpiemonte@legalmail.it

Supportiamo la tua candidatura

Lo Sportello Bandi bioPmed offre supporto per tutte le attività legate alla gestione della candidatura e all’identificazione e formalizzazione del partenariato di progetto.

Start typing and press Enter to search

La directory delle organizzazioni è in costruzione

Puoi consultarla dalla versione vecchia del sito bioPmed

Vai alla pagina

×
La directory dei ricercatori è in costruzione

Puoi consultarla dalla versione vecchia del sito bioPmed

Vai alla pagina

×
La directory delle università e centri di ricerca è in costruzione

Puoi consultarla dalla versione vecchia del sito bioPmed

Vai alla pagina

×
La nuova area riservata è in costruzione

Puoi accedere all’area riservata facendo login sul vecchio sito bioPmed

Vai al vecchio sito bioPmed

×